LA “TATA” DI ORSETTI CONSIGLIERE ASTEA!
24.000 EURO IN 3 ANNI A CRISTINA FOGLIA

LA “TATA” DI ORSETTI CONSIGLIERE ASTEA! 24.000 EURO IN 3 ANNI A CRISTINA FOGLIA

 2,225 total views,  1 views today

La scelta di Osimo cade su una bella, buona, brava e dolce ragazza di Campocavallo

 

LA “TATA” DI ORSETTI CONSIGLIERE ASTEA!
24.000 EURO IN 3 ANNI A CRISTINA FOGLIA

 

28 anni, in procinto di sposarsi, da quattro anni la ragazza fa da Mary Poppins alla figlia 14enne di Raimondo

Cristina Foglia, neo consigliere Cda Astea

La carneade Cristina Foglia, 28 anni, bella, giovane e simpatica ragazza a modo di Campocavallo, un posto di consigliere nel nuovo Cda di Astea.

Titoli preferenziali in curriculum? Molti e decisamente interessanti, tutti degni di nota. Il migliore, però, ai più è apparso il primo tra quelli non reclamizzati: essere la tata di fiducia di casa Orsetti verso l’unica erede, una ragazzina di circa 14 anni a cui la Foglia fa da Mery Poppins da circa quattro o più anni.

Tornando a Carneade, dunque, dobbiamo in verità correggerci in parte. Stando a chi ha avuto modo di conoscerla, la nuova dirigente di Astea risulta essere attiva in parrocchia, persino come catechista e quasi sempre disponibile quando c’è da muovere le mani… insomma la classica ragazza da sposare (non a caso convolerà a giuste nozze entro l’estate) e di buona famiglia che, oltretutto, inserita in una eventuale lista, magari portata dal partito giusto al momento giusto, potrebbe anche rimediare 80-100, forse anche 120 voti di preferenza da aggiungere alla causa.

Raimondo Orsetti, Direttore regionale alla Cultura

Ma questo è solo il futuro. Il presente parla, da subito, di un bell’incarico triennale con stipendio (lordo) ancora da determinarsi ma che in precedenza Astea non ha mai valorizzato meno di 8.000 euro l’anno i quali, moltiplicati per il mandato, equivalgono ad un bel regalo di matrimonio di 24.000 euro! Ovviamente pagati a rate dagli osimani che, matematicamente, non potranno essere tutti invitati al pranzo di nozze.

Bella, brava e buona, dunque si e sconosciuta ai più; ma non – ci correggiamo – a chi potrebbe aver indirizzato – come è avvalso in uso per le nomine a Cavaliere al merito della Repubblica – la decisione caldeggiando il nome della fedele badante di casa.

Tra in titoli di referenza che la buona Cristina Foglia avrebbe potuto aggiungere in curriculum per riscuotere con minor rischi la decisione favorevole di nomina a Consigliere Astea, figura il giù citato ruolo, politicamente essenziale, di “Mary Poppins” in casa Orsetti; ovvero – occorre ripetersi – tata dell’unica figlia del super, mega, galattico e onnipossente e onnipresente temutissimo Direttore regionale alla Cultura e di tanto altro.

Una figura al cui confronto ciascun semplice cittadino è destinato al livello di Fantozzi.

 

Esempi di questo potere diffuso? La presidenza dell’Istituto Campana (sanata da dimissioni consigliate) e la odierna vicenda Astea per tacere del concorso malandrino dello scorso autunno con al centro l’assunzione temporanea della first lady in Regione; carteggio all’esame di Cantone, presidente anti corruzione, con Raimondo, ci si consenta la confidenza per il mezzo secolo di comune frequentazione, nell’occasione dimentico dell’opportunità di astenersi.

Cos’altro aggiungere? Un sincero augurio di buon lavoro alla neo consigliera (c’è talmente urgente bisogno di persone belle, buone, brave e pulite nella pubblica amministrazione che il lavoro – anche se, in genere, limitato ad un Consiglio di amministrazione al mese, a volte due… – non mancherà. Se poi, nel gran tempo libero, dovesse poi optare per continuare l’esperienza in casa Orsetti, insieme alla nuova vita alle porte di moglie… saremo di fronte ad una ragazza dalle qualità davvero fuori norma; assolutamente da valorizzare come bene ha fatto Orsetti nello spendersi a favore.

OSIMO DECIDE DI ENTRARE IN ECOFON,
SOCIETÀ SPA IN PERDITA!
MOTIVO? SISTEMARE NEL CDA
UN AMICO DELL’AMICO DA STIPENDIARE...
VICENDA CARITAS SAN MARCO,
IL PANE DEL GIORNO DOPO È OTTIMO!
LO SAREBBE ANCOR PIÙ SE DONATO
A CHI NE HA EFFETTIVO BISOGNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *