MATERNA CAMPOCAVALLO,
TETTO NON A NORMA!
PARTITA LA RACCOLTA FIRME

MATERNA CAMPOCAVALLO, TETTO NON A NORMA! PARTITA LA RACCOLTA FIRME

 1,211 total views,  1 views today

MATERNA CAMPOCAVALLO,
TETTO NON A NORMA!
PARTITA LA RACCOLTA FIRME

Più volte annunciati da Pugnaloni i nuovi spazi ancora bloccati

Monta la protesta delle mamme a Campocavallo contro l’inerzia dell’Amministrazione Pugnaloni nella riconsegna per fine lavori della Materna.

Una raccolta di firme è già stata avviata e presto, già la prossima settimana, un documento sottoscritto dai genitori di circa 80 pargoli verrà recapitato al Sindaco con richiesta urgente di intervento.

Capita che quando piove l’ingresso della struttura – inaugurata ai suoi tempi dal Ministro Jervolino, anni ‘70/’80, per l’epoca una delle migliori della città – si trasformi in una autentica piscina a cielo aperto costringendo mamme e badanti a immaginabili giravolte per recuperare asciutti i propri pargoli.

Si dirà… ma ormai piove così poco che qualche giorno di pioggia non è un problema. Sarà pur vero ma visto che la stagione sta andando rapidamente verso l’inverno, consolarsi con il fatto – venduto per inevitabile – che nel 2017, quasi 2018, una piscina indesiderata si frapponga alle naturali operazioni di ingresso e uscita da scuola… appare non del tutto comprensibile.

Certamente peggio che mettere i piedi a bagno è invece la mancata abitabilità conquistata sul campo dallo spazio mensa di nuova costruzione, immerso nel parco della scuola.

Le prove di carico del tetto effettuate la settimana scorsa, a quanto pare, non hanno superato la soglia di sicurezza… ragion per cui il professionista responsabile del procedimento non firma per l’acquisizione alla scuola dello spazio.

Risultato? I bimbi sono costretti da sempre a mangiare nelle stesse aule dedite al gioco, con tutti gli interrogativi igienico-sanitari facilmente immaginabili.

In teoria quegli spazi per passare dalla normale attività a refettorio dovrebbero essere sanificati ogni qual volta serva acquisirne ad un utilizzo diverso. Tutte le volte e non ogni tanto o quasi mai.

In quel caso si porrebbe, però, il problema di dove sistemare i ragazzini durante l’intervento di pulizia a fondo delle aule… visto che altri spazi non ne esistono o non sono disponibili… ne è possibile, quando il tempo pure lo consentirebbe, accedere al giardino infestato com’è da un cantiere semi abbandonato.

Insomma di motivi per protestare mamme e papà ne avrebbero da vendere. Anche perchè, dall’altra parte, l’Amministrazione Pugnaloni continua a rinviare, di settimana in settimana, l’inaugurazione di chissà che cosa.

“L’Amministrazione Pugnaloni – osserva la Consigliera Bordoni – sta portando avanti, con gravi ritardi, il progetto originario di Su la Testa sull’ampliamento della scuola materna di Campocavallo. Come al solito i lavori non stanno rispettando il cronoprogramma, in compenso annunciato più volte in dirittura di arrivo da Pugnaloni… l’ultima volta? Alla recente riunione del Consiglio di Quartiere quando ha per la decima occasione ha assicurato l’inaugurazione dei nuovi spazi entro pochi giorni! In realtà – conclude l’esponente civica – i lavori sono molto indietro rispetto al programma e molte decine di bambini si ritrovano senza mensa, ovvero costretti a mangiare all’interno delle loro stesse aule dove hanno giocato fino ad un istante prima, a rischio quotidiano di ogni sicurezza igienico-sanitaria. Infine quegli stessi bambini – conclude la Bordoni – sono da tempo o meglio da sempre privati anche degli spazi ricreativi esterni in quanto ancora il cantiere è ancora aperto… è avventurarsi all’aperto è un rischio non sostenibile dalle insegnanti. Forse sarebbe il caso che il Sindaco cambi registro smettendo la politica dell’annuncio ripetuto (tanto ormai come la favoletta  “Al lupo, al lupo” a credergli sono rimasti in pochissimi) e passi ai fatti concreti. Gli unici che interessano bambini, mamme e insegnanti di Campocavallo”.

Per la cronaca, a dimostrazione che nella vita volere è potere, tanto più possibile in politica, registriamo la quasi perfetta messa a punto della Materna alle Fornaci Fagioli. Risolto il problema “storico” legato all’umidità, ritinteggiate le aule, sistemati gli arredi, giardino e spazio mensa, con l’aggiunta di un personale motivato, alla Fagioli si sono davvero organizzati, tirati a lucido, per accogliere i ragazzini del quartiere… tra cui la bimba primogenita di Simone ed Elena, per la gioia di papà e mamma!

64 GATTI PIDDINI VOTANO
IL CANDIDATO UNICO INVERNIZZI
PUGNALONI SI CONSOLA
NON È IL PEGGIOR SINDACO PD...
LA MANCINELLI RIUSCITA
A FAR SCAPPARE VASCO DA ANCONA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *