OSIMO VAL BENE UNA MESSA

OSIMO VAL BENE UNA MESSA

 676 total views,  1 views today

Questa volta la smania di apparire e di anticipare gli eventi del nostro Sindaco ha giocato un brutto scherzo al Primo cittadino. Venerdì scorso 20 gennaio, Pugnaloni, anzichè seguire la vicenda di Rigopiano in trepidazione come tutti gli Italiani, ha pensato male di cavalcare la notizia azionando una personale caccia allo scoop.
Scoop a cui, nell’era di internet, hanno da tempo rinunciato persino i giornali e quasi tutti i giornalisti. Dopo una veglia di preghiera in mattinata a San Francesco, tenuta per pochi intimi ma in favore di telecamere del TG3 regionale, il Sindaco si è così preso l’incauta briga di dichiarare all’agenzia di stampa nazionale, Ansa, che l’intera famiglia Di Michelangelo era stata tratta in salvo!
In effetti le voci sul campo dei vari Tg, nel caos di quelle ore amplificato dal ritrovamento dei primi superstiti, tra cui il piccolo Samuele, potevano accreditare qualsiasi ipotesi.
Peccato che a sgombrare il campo da ogni dubbio – almeno a livello cittadino – abbia pensato lo stesso Pugnaloni bissando se stesso: da fonte ufficiale ad organizzatore in capo dei festeggiamenti, con tanto di scampanio a festa grande.
Detto che la genialata di far andare a manetta il Campanone si sarebbe prestata a forti critiche etiche anche in caso di conferma del ritrovamento in vita di Marina e Domenico (sarebbero restate comunque 27 vittime sul campo a cui portare maggior rispetto), resta vieppiù l’amarezza dato il tragico e beffardo esito.
Bene ha fatto il Prefetto di Ancona Antonio D’Acunto ha “strapazzare” a caldo Pugnaloni ordinandogli sulla vicenda, a quanto pare, l’osservanza gerarchica del silenzio.
Resta l’amarezza gratuita per la pessima figura messa in capo alla città da chi, con la sola attenuante del troppo far bene, ottiene il risultato contrario.
Il desiderio di diventare protagonista di riflesso della triste sorte altrui, ha portato il Sindaco a farsi sfuggire di mano quella prudenza e riservatezza da sempre compagna imprescindibile di chi opera in situazioni del genere.
Ma forse Pugnaloni ha calcolato che una intervista e una comparsata tv a lieto fine meritavano un simile rischio. Il destino ha voluto altrimenti.
La campagna elettorale è invece comunque cominciata!

TUTTA CHIETI SI È STRETTA ATTORNO A SAMUEL LUTTO CITTADINO AD OSIMO PER DINO E MARINA
CADE L'ULTIMA SPERANZA I CORPI DI MARINA E DOMENICO ESTRATTI PER ULTIMI DA RIGOPIANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *